• Via Mezzocannone, 8 - 80134 Napoli

  • +39.081.5525015

  • info@accademiapontaniana.it

Raimondi Giulio

Dati personali

– Data di nascita: 8.2.1935

– Luogo di nascita: Napoli

 

  1. Presidente Onorario dell’Associazione Amici degli Archivi onlus – Sede legale via Monte di Dio n.66, Napoli

Sedi operative  via Monte di Dio n.15, Napoli – Vico Storto Purgatorio ad Arco n.15  Napoli – via San Bartolomeo n.16, Napoli.

  1. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli, attualmente, Federico II Napoli
  2. Abilitato all’esercizio della professione di Avvocato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli – 1968
  3. Vincitore del concorso per la nomina di Archivista di Stato 1965 – assegnato all’Archivio di Stato di Avellino 1966-1968 – trasferito alla Soprintendenza Archivistica per la Campania Napoli 1968-2000
  4. Diplomato in Archivistica, Paleografia e Diplomatica dalla Scuola dell’Archivio di Stato di Napoli, anni accademici 1966/1967 e 1967/1968, con voti 150/150 ed una lode
  5. Socio Ordinario dell’Accademia Pontaniana di Napoli dal 1988, Classe IV – Storia, Filologia e Archeologia
  6. Soprintendente Archivistico per la Campania (1.11.1984 – 30.9.1991) (27.11.1995 – 20.12.2000)
  7. Direttore dell’Archivio di Stato di Napoli dal 1.10.1991 al 27.11.1995
  8. Docente di Archivistica – Corso di Laurea Specialistica in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali della Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli dall’anno Accademico 2004/2005 al 2010/2011.
  9. Incaricato nelle attività di ricerca come Esercitatore presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Salerno – Corso di Laurea in Scienze Politiche – Cattedra di Storia Contemporanea per gli anni accademici 1974/1975, 1975/1976, 1976/1977, 1977/1978,1978/1979.
  10. Cultore della materia presso la cattedra di Storia Contemporanea della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Salerno – Corso di Laurea in Scienze Politiche – per gli anni accademici 1979/80,1980/81, 1981/82, 1982/83, 1983/84 1984/85 1985/86 1986/87
  11. Presso l’Archivio di Stato di Napoli ha diretto la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica per gli anni 1991-1995 svolgendo il corso di lezioni di Archivistica
  12. Ha proposto nel Centenario della morte di Bartolommeo Capasso 1900-2000 l’istituzione del Comitato Nazionale per le Celebrazioni diventandone Segretario. Il Comitato ha avuto, per scopo, la riedizione delle sue opere esaurite e difficilmente rintracciabili. Il Comitato con il Convegno internazionale “Bartolommeo Capasso. Erudizione e storia nella Napoli di fine ottocento, Napoli -Sorrento 14-15 marzo 2001” ha iniziato il recupero delle memorie delle attività e delle pubblicazioni dello studioso, ristampando le sue Opere principali “Monumenta, il Catalogo Ragionato delle scritture dell’Archivio municipale di Napoli e l’Historia diplomatica”
  13. Ha diretto i lavori di recupero dell’archivio del Comune di Solofra (AV) e dell’Ente soppresso Collegi Riuniti “Principe di Napoli” e di numerosi archivi colpiti dal sisma del 1980.
  14. Ha partecipato alle riunioni del gruppo di lavoro costituito presso la Divisione Vigilanza Archivistica – Direzione Generale degli Archivi di Stato per la preparazione e formulazione delle norme relative all’attività di vigilanza per l’attuazione del regolamento di esecuzione del D.P.R. 30.9.1963 n. 1409
  15. Ha effettuato ricerche presso l’ Haus – hof und Staatsarchiv di Vienna e l’Archivio di Stato di Bolzano per incarico della Direzione Generale per gli Archivi di Stato. A Vienna ha schedato la serie “Vörtrage” del Supremo Consiglio di Spagna (poi chiamato d’Italia) del Viceregnio Austriaco 1707-1734
  16. Ha progettato il piano d’intervento per la conservazione dei beni archivistici di numerosi enti, fra i quali: Comune di Sorrento, Archivio Diocesano di Salerno, Archivio Diocesano di Nola, Archivio del Comune di Vietri sul Mare, Archivi degli Enti pubblici ed ecclesiastici, conservati, in particolare, negli edifici del “Decumano Maggiore” di Napoli, nell’ambito di un progetto effettuato in collaborazione con le altre Soprintendenze di Napoli, il Comune di Napoli, la Deputazione della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro, Archivio Storico del Banco di Napoli.
  17. Nell’ambito della collaborazione con la Regione Campania, ha partecipato alla stesura dei programmi per la valorizzazione dei beni culturali e a tutte le iniziative programmate ed attuate dalla Regione per il recupero dei beni culturali danneggiati dal sisma del 23.11.1980, dal sisma dell’aprile 1984 e dal bradisismo della zona flegrea, predisponendo i relativi progetti di recupero, restauro e valorizzazione degli Archivi
  18. 1984 “Il Mito dell’Impero”, Palazzo Marigliano, Mostra Documentaria sulla conquista dell’Etiopia del 1935-1936.
  19. Nell’ambito della collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma, ha partecipato alla ricerca dal titolo “Fonti locali per la storia dei centri della penisola sorrentina ed è stato responsabile scientifico delle ricerche “Censimento delle fonti documentarie interessanti le attività economiche della Regione Campania, conservate negli archivi italiani e stranieri, pubblici e privati” e “Censimento delle fonti documentarie conservate negli archivi ecclesiastici della Regione Campania”
  20. Oltre le numerose attività istituzionali ha diretto, organizzato e coordinato pubblicazioni, convegni e mostre, tutte finalizzate alla tutela e alla valorizzazione delle fonti archivistiche.
  21. Nel periodo della Direzione dell’Archivio di Stato di Napoli, oltre a riportare l’edificio conventuale dei SS. Severino e Sossio, ad una situazione di decorosa sistemazione del monumento gravemente danneggiato dal terremoto del 1980, ha coordinato le mostre sui rapporti tra Stato e Chiesa nel Mezzogiorno, sull’urbanistica napoletana di fine ottocento, su Francesco II, sugli eventi del 1943-45 e sul 150° anniversario del Congresso degli Scienziati Italiani a Napoli. Le mostre con i relativi cataloghi sono stati e sono punti di riferimento dei problemi affrontati oltre ad essere occasione di riordinamento e valorizzazione delle fonti documentarie conservate nel Grande Archivio del Regno. Come Soprintendente Archivistico per la Campania ha coordinato le Mostre sul Vedutismo Napoletano, su “S. Biagio dei Librai una strada, una storia”, sulle fonti documentarie degli enti di assistenza (il Patrimonio del Povero), su Giovanni Amendola anche con un convegno di studi. Altri temi importanti soprattutto in collaborazione con l’Archivio Storico del Banco di Napoli, sempre con mostre e convegni di studi sono stati: la Repubblica Napoletana del 1799 e il Giubileo 2000. Per queste due manifestazioni in collaborazione con la Regione Campania ed il Comune di Napoli vi è stato un proseguimento, sul piano didattico, con le relative Mostre itineranti per far conoscere soprattutto, agli studenti della Campania gli avvenimenti, le problematiche di due particolari momenti della storia della comunità napoletana e campana. Per tutte le attività sono stati effettuati appositi filmati che sono stati inviati alla Direzione Generale del Ministero dei Beni Culturali che ha provveduto alla digitalizzazione e alla diffusione su varie piattaforme, dove sono tutt’ora visibili.  

Ha tenuto i corsi di Archivistica Generale e di Archivistica Speciale presso la stessa Scuola di Archivistica, Paliografia e Diplomatica e l’Archivio di Stato di Napoli e numerosi corsi, seminari e lezioni richieste da Enti pubblici e privati (Istituto Luigi Sturzo di Roma, Comune di Napoli, Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, Archivio Storico del Banco di Napoli etc.) dedicati all’Archivistica ed in particolar modo alle fonti d’archivio per la storia del Regno di Napoli. Fra le realizzazioni di tali scopi, ha un carattere prioritario la consulenza scientifica per l’adeguamento degli archivi degli enti pubblici e di quelli privati di interesse storico alle norme legislative. Per le Università, come per tutti gli altri enti pubblici, è stato possibile la progettazione di quanto necessario per la istituzione di un archivio storico con il recupero della documentazione prodotta. Numerosi Archivi Privati, soprattutto gentilizi (tra gli altri, l’Archivo Ruffo di Scilla e Caracciolo di Torcariolo), sono stati depositati o donati al Grande Archivio di Napoli soltanto per la sua attività ed interesse.

  1. Nell’ambito delle attività di recupero, riordinamento e valorizzazione delle fonti archivistiche negli anni 1996-2000 ha dato particolare importanza alle fonti archivistiche riguardanti la storia  delle istituzioni sanitarie, caritative, assistenziali ed educative in Campania dal XIII al XX secolo. Alla vigilia (1978) della riforma sanitaria offrì il proprio contributo  con lo scritto “Gli archivi degli enti mutualistici” in Archivi e Cultura, XIII, Roma 1980 per la risoluzione dei vari problemi che già all’inizio si presentavano numerosi. Successivamente  nelle giornate di studio nel dicembre del 1996 furono esaminati aspetti e problemi degli archivi sanitari . Nel 1997 organizzò la mostra “Il Patrimonio del Povero”, e un Convegno di studi con relativo volume, dedicato alle varie istituzioni, i loro archivi, alle fonti archivistiche private ed alle fonti bibliografiche. Nel 1998 e 1999 sono state invece studiati i problemi riguardanti la gestione degli archivi ospedalieri che hanno poi avuto con le giornate d’incontro, studi e formazione (Salerno 16 e 17 dicembre 1999) negli archivi delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere Italiane un momento di riflessione a livello nazionale che ha consentito la compilazione di vari documenti, (massimario di conservazione e di scarto, titolario di classificazione per gli archivi delle A.S.L. e delle Aziende Ospedaliere. Regolamento per la tenuta del protocollo e gestione per la tutela dei documenti delle Aziende sanitarie e ospedaliere, dal protocollo  all’archivio, manuale di gestione del protocollo informatico). Un  apposito gruppo di lavoro istituito  dalla Dr.ssa  Maria Grazia Pastura Direttore della Divisione della Vigilanza Archivistica ha, poi, continuato l’esame e la risoluzione delle varie problematiche. Negli stessi anni (1997-1998) ha proposto l’istituzione  della Sezione per la Campania del CISO (Centro Internazionale per la Storia Ospedaliera) per un’adeguata azione di conservazione, recupero e valorizzazione degli Ospedali di Napoli e della Campania, in base alla considerazione e la documentazione ospedaliera, soprattutto le cartelle cliniche, costituisse, anche per il privato, una indispensabile conoscenza per il trattamento sanitario. Le pubblicazioni indicate nell’apposito elenco dedicate ai problemi ospedalieri ed in particolar modo ai problemi della conservazione e della consultazione del materiale archivistico offrono una base di studio e di riflessione per qualunque archivio sanitario si voglia conservare o valorizzare.
  2. Il 10 dicembre 2000 ha costituito con un gruppo di operatori dei beni culturali l’Associazione Amici degli Archivi onlus con le finalità di conservazione, valorizzazione dei beni culturali e di formazione degli operatori. L’Associazione tutela e vigila su tutti i beni culturali ma è stata intitolata agli archivi perché si considera la scrittura ed il documento, fondamento della vita civile delle comunità. L’Associazione sulla base della situazione storica e giuridica riguardante i beni culturali è una Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (O.N.L.U.S.). Cura anche la formazione degli operatori dei beni culturali e istituisce Corsi di formazione anche per studiosi e/o per tutti coloro che sono interessati ai beni culturali mobili (documenti, archivi, biblioteche, oggetti d’arte). L’Associazione ha ricevuto in dono, in deposito o ha acquisito beni mobili di proprietà privata, che, a sua cura, sono resi fruibili agli studiosi. L’Associazione ha oggi l’Archivio costituito dai fondi archivistici privati e la Biblioteca costituita dai fondi librari anch’essi di provenienza privata ed è presieduta dall’Architetto Daniela Menafro in possesso del Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica rilasciato dalla Scuola dell’Archivio di Stato di Napoli e di numerosi diplomi di specializzazione per gli altri beni culturali rilasciati dall’Univeristà degli Studi Federico II di Napoli.
  3. In base ad una Convenzione stipulata con l’Opera Pia Purgatorio ad Arco onlus l’Associazione ha riordinato l’archivio storico dell’Opera Pia sulla base di un progetto approvato dalla Soprintendenza Archivistica per la Campania.
  4. La Biblioteca dell’Associazione partecipa al Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) – Polo NAP che consente il collegamento nazionale ed internazionale dei volumi conservati. In particolare la Biblioteca acquisisce e conserva i volumi stampati fino al 1946 che possano integrare o sostituire le distruzioni del materiale archivistico avvenute nel 1943 a San Paolo Belsito – Villa Montesano, dove erano state portate per evitare danni dei bombardamenti aerei, le 866 casse contenenti la documentazione dell’Archivio di Stato di Napoli.
  5. L’Associazione ha stipulato Convenzioni con l’Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, con l’Università degli studi Federico II di Napoli, con la Fondazione Banco di Napoli, e altre associazioni culturali della Campania per consentire agli studenti l’effettuazione dei tirocini professionali per archivi e biblioteche e per le iniziative culturali tese ad ampliare le conoscenze degli studenti, degli studiosi e di tutti coloro interessati alla storia del Regno di Napoli e del Mezzogiorno.
  6. Con il Comune di Napoli, la Soprintendenza Archivistica per la Campania e l’ l’Opera Pia Purgatorio ad Arco onlus, sono state organizzate in occasione del Maggio dei Monumenti, Giornate di studio e Mostre su alcuni momenti della storia dell’Opera Pia: la musica sacra, il Canto Gregoriano, l’assistenza medica prestata alla popolazione, la storia dell’Istituto di Rigenerazione Fisica (1926) e le tappe più importanti dei quattro secoli di vita dell’Ente (1606 – 2006).
  7. Con il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Primo Centenario della morte di Bartolommeo Capasso l’Associazione ha contribuito alla ristampa della Parte Terza del “Catalogo Ragionato dell’Archivio Storico del Comune di Napoli” provvedendo poi alla distribuzione dei volumi a tutte le biblioteche comunali di Napoli (2008 – 2009)
  8. Con la Biblioteca Nazionale di Napoli, l’ Associazione Alessandro Poerio di Teverola, Istituto degli Studi Filosofici di Napoli, laSoprintendenza Archivistica per la Campania, l’Istituto Banco di Napoli Fondazione, l’Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, l’Associazione, in occasione dei bicentenari della nascita di Alessandro e Carlo Poerio (1802 – 1803) ha realizzato Giornate di Studio, Convegni e Mostre su “I Poerio – Storia e Poesia” dal 2000 al 2016 in collaborazione con il Centro Studi di Mestre – Venezia e la Biblioteca Centrale di Firenze. E’ stata predisposta anche una Mostra didattica, su pannelli,  che è stata presentata a Napoli, Firenze e Venezia e in tutte le comunità dove i Poerio avevano trascorso la loro vita: Pomigliano d’Arco, Montefusco, Montesarchio, Corato. Accanto a Giuseppe, Alessandro, Carlo e Carlotta Poerio nella mostra sono anche ricordati Paolo Emilio Imbriani, marito di Carlotta, e i loro figli Matteo Renato, Vittorio e Giorgio, morto il 1 gennaio 1871, primo caduto della battaglia di Digione vinta da Giuseppe Garibaldi contro i Prussiani in difesa della Repubblica francese dopo la caduta di Napoleone III.
  9. L’Associazione nel 2009 ha partecipato, nella persona del suo Presidente, al “Comitato per le celebrazioni di Riccardo Filangieri” per il cinquantenario della morte (1959 – 2009) con la Direzione Generale degli Archivi di Roma, le Soprintendenze Artistica, Archeologica, Architettonica e Bibliografica di Napoli e della Campania, gli Archivi di Stato della Campania e del Mezzogiorno, le Soprintendenze Archivistiche del Mezzogiorno, la Regione Campania ed il Comune di Napoli, organizzando due Convegni di Studio il primo “Riccardo Filangieri Archivista e Storico” a Palazzo Marigliano Napoli, ed il secondo a Castelnuovo per “Il Castelnuovo di Riccardo Filangieri – Contesto, Restauri e Valorizzazione (2010) ”
  10. Con la Soprintendenza Archivistica per la Campania, l’Associazione ha partecipato (2008) alla Mostra Documentaria “Vita e Cultura Musicale a Napoli: artisti e strumenti” e per la Settimana Nazionale della Musica nel 2009 la Mostra “Si bella e perduta” dedicata alle fonti musicali.
  11. L’Associazione nell’ambito del progetto POR FESR 2007 – 2013 Obiettivo Operativo 1.10 “ La Cultura come Risorsa” ATTIVITA’ “C” Soggetti Privati della Regione Campania, ha realizzato il progetto “Libri e Cultura a Napoli: personaggi, tradizioni e realtà locali”
  12. L’Associazione nell’ambito dell’attività di conservazione degli archivi privati depositati e acquisiti ha partecipato al Portale degli Architetti e degli Ingegneri della Regione Campania con la documentazione riconosciuta di notevole interesse storico.
  13. L’Associazione nell’ambito dell’attività di valorizzazione della documentazione ha organizzato il progetto “Arte e Carte” (2015 – 2016) con i “Percorsi Archivistici” che hanno visto in collaborazione del Circolo Lions Napoli 99, la visita di alcuni dei più importanti monumenti napoletani con l’illustrazione, oltre al percorso turistico, del percorso archivistico per la storia del monumento stesso.
  14. L’Associazione nell’ambito dell’attività di formazione degli operatori culturali ha organizzato Corsi di restauro della carta e di catalogazione delle fotografie (2014 – 2015 – 2016).

PUBBLICAZIONI

  1. Presentazione al Catalogo della Mostra Documentaria, Bibliografica e Iconografica “Il sogno italo-americano. Realtà e immaginario dell’emigrazione negli Stati Uniti”. Napoli Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa 28/30 nov.1966
  2. Archivi di enti pubblici e archivi privati conservati negli archivi di Stato di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno, in “Atti del Convegno per i primi trent’anni di attività della Soprintendenza” Positano, 5 gennaio 1970, pp. 87-100, Roma 1973
  3. “Una fonte d’archivio per la storia economica e sociale della Basilicata: i percettori provinciali (1475-1804)” in “Atti del Convegno Società e Religione in Basilicata nell’età moderna” Potenza-Matera 25-28 settembre 1975.
  4. Beni Culturali e tradizioni economico-sociale nel patrimonio archivistico e bibliografico del Cilento, in “atti della ricerca sulla organizzazione economica e socio-culturale nel Cilento e Vallo di Diano”, Centro Studi per la Storia del Mezzogiorno, Università di Salerno, 1979, vol.II.
  5. Archivistica -Lezioni per i giovani assunti dal Comune di Sorrento in base alla legge 285/77 . anno 1979-80           
  6. Fonti d’Archivio per lo studio dell’Ambiente storico-materiale di Sorrento e della penisola sorrentina, in “Atti del Convegno: Sorrento per la tutela dell’Ambiente”, 1978, vol.I – Sorrento 1983.
  7. Gli archivi degli Enti mutualistici, in “Archivi e Cultura”, XIII (1979), Roma 1980, pp.141-149.
  8. Schede di archivi e biblioteche in Guida alla storia di Salerno e della sua provincia” a cura di A. Leone e G. Vitolo, Salerno 1982.
  9. Relazione sugli archivi colpiti dal terremoto, in “Atti del Convegno di Studio” Potenza, 12-14 aprile 1984
  10. Premessa in “Documenti e Ricerche n.1 Napoli 1984, pag.7
  11. Fonti archivistiche per la storia di Montemarano, in “Atti del Convegno: Montemarano nel suo habitat storico e geografico”, Montella 1985.
  12. Valorizzazione degli archivi: modalità e possibilità degli interventi legislativi, in “Atti della giornata di studio: Recupero e riordinamento degli archivi civili e religiosi della costiera amalfitana”, Amalfi 1985
  13. Il patrimonio documentario della Campania: l’attività della Soprintendenza Archivistica per la sua tutela e valorizzazione, in “Documenti e Ricerche n.1”, p.9
  14. Archivio dell’Ente soppresso “Collegi Riuniti Principe di Napoli” conservato nell’edificio dell’Albergo dei Poveri, in “Documenti e Ricerche n.1” p.179.
  15. Introduzione alla giornata di studi del 17.6.1985, in “Il patrimonio documentario ecclesiastico: aspetti giuridici e realtà locali” Napoli 1986
  16. Premessa in “Documenti e Ricerche n. 2” Napoli 1986, p.7
  17. L’Archivio Storico Diocesano di Salerno, in “Documenti e Ricerche n.2” Napoli, 1986, p.231
  18. Premessa dell’inventario a cura di Maria Rosaria Strazzullo, in “L’Archivio delle Manifatture Cotoniere Meridionali: un contributo per la storia di una fabbrica del Mezzogiorno”, Napoli 1986
  19. Presentazione dell’inventario “L’Archivio Storico del Comune di Cava” a cura di Rita Taglè, Cava dei Tirreni 1986.
  20. “Introduzione”  al catalogo della mostra “La città di Napoli tra vedutismo e cartografia” Napoli 1988
  21. Presentazione alla Guida Tascabile della mostra “ La Città di Napoli tra vedutismo e cartografia” – Napoli 1988
  22. “Presentazione” nel volume “S.Biagio de’Librari -una strada, una storia” Soprintendenza Archivistica per la Campania. Arte Tipografica editore Napoli 1991.
  23. “Consuetudini locali in materia di commercio e consumo di generi alimentari nelle Università del Regno di Napoli nel secolo XVIII” estratto dagli “Atti della Accademia Pontaniana” Nuova Serie – Volume XL Anno Accademico 1991
  24. “Introduzione” in “Industria e cultura industriale nella storia del Mezzogiorno  Contemporaneo” Giornata di studi 20 giugno 1986. Soprintendenza Archivistica per la Campania, Napoli 1991.
  25. “Valorizzazione e tutela della documentazione archivistica privata” in “Napoli Nobilissima” rivista di Arte Figurative, Archeologia e Urbanistica volume XXVI Arte Tipografica Napoli 1991.
  26. Presentazione del XXXIX volume dei Registri della Cancelleria Angioina Napoli 1992
  27. Presentazione “Napoli, il mare, le americhe” Catalogo della mostra documentaria 6-13 dicembre 1992 -Napoli Archivio di Stato 1992
  28. “Ricordo di Jole Mazzoleni” commemorazione tenuta all’Accademia Pontaniana il 17.12.1992 .
  29. L’Archivio Montalto di Fragnito recuperato alla storia e agli studiosi” inedito s.d. ma 1993
  30. “Dal Principe al Castellano” in “Il Castello di Taranto. Immagine e progetto”. Taranto – Castello Aragonese 25 nov. – 18 dic. 1992
  31. Introduzione catalogo mostra “Stato e Chiesa nel Mezzogiorno: testimonianze archivistiche” ,Napoli 1993.
  32. Ricordo di Monsignore Franco Strazzullo in “Franco Strazzullo e i suoi scritti” Napoli 1993
  33. Intervista “Il percorso della memoria” in “Napoli Voci per una città” Napoli 1993
  34. Intervento nell’incontro di studio ”Verso un accordo di programma per il centro storico di Napoli”, tenutosi presso il Teatrino di Corte di Palazzo Reale, 7 ottobre 1994.
  35. Guida alla mostra documentaria “Stato e Chiesa nel Mezzogiorno Testimonianze Archivistiche” Napoli 5 ottobre 1993 – 30 settembre 1994.
  36. Presentazione del XLV volume dei registri della Cancelleria Angioina, Napoli 1994
  37. “Francesco II: immagini e testimonianze d’archivio”. Catalogo della mostra ” Francesco II di Borbone “. Immagini, documenti, testimonianze. Napoli, Archivio di Stato, 5 dicembre 1994.
  38. Presentazione catalogo mostra “Lamont Young, Ermanno Du Mesnil: teoria e prassi nella Napoli umbertina” Napoli 1994.
  39. “La Campania ,la memoria, le memorie” Napoli Archivio di Stato 1995
  40. Presentazione al catalogo della mostra “Lavoratori a Napoli dall’Unità d‘Italia al secondo dopoguerra” Napoli Palazzo Reale 28 settembre – 30 novembre 1995.
  41. “Amministrazione centrale e amministrazione periferica” dello Stato unitario: lo sviluppo legislativo 1861 -1914 in “Scritti in memoria di Antonino Lombardo” Ass.Naz.Archivistica Italiana. Firenze Le Monier 1996.
  42. “Cultura degli archivi e cultura della Chiesa” estratto da “Archivi ecclesiae” anni 38-39 (1995-1996) pag.21-33
  43. Presentazione in “Palazzo Marigliano, scenari di vita e cultura napoletana”. Maggio dei Monumenti Napoli Arte Tipografica 1997
  44. Presentazione in “Guida agli archivi storici del Comune e delle Parrocchie di Mercato San Severino” a cura di Giovanni Romano. Napoli ESI 1997
  45. Presentazione I Quaderno dell’Archivio Storico del Banco di Napoli – Napoli 1997
  46. Relazione per la presentazione del I Quaderno dell’Archivio Storico del Banco di Napoli – 19.12.1997.
  47. “Un momento di riflessione” in “Il Patrimonio del Povero – Istituzioni sanitarie, caritative, assistenziali ed educative in Campania, dal secolo XIII al secolo XX “Fausto Fiorentino editore “ Napoli 1997
  48. Cinque secoli di storia, cent’anni di documenti: il “Grande Ospedale degli Incurabili” in “Il Patrimonio del Povero” citato, Napoli 1997.
  49. “Archivi e raccolte private: un esempio di fonti documentarie e bibliografiche” in “Il Patrimonio del Povero” citato, Napoli 1997.
  50. “Il patrimonio di carte: gli archivi per la storia” in “Napoli per Napoli” Rivista di politica e cultura n.8 -9 1997.
  51. Presentazione per “Gli Archivi delle Aziende di Credito” – Napoli  30.3.1998.
  52. Presentazione nel volume “Palazzo Marigliano” di Diodato Colonnesi  –  Napoli 1998.
  53. Presentazione II Quaderno dell’Archivio Storico del Banco di Napoli – Napoli 1998.
  54. “Jole Mazzoleni Archivista” in “Per la Storia del Mezzogiorno medievale e moderno. Studi in memoria di Jole Mazzoleni” Roma Ufficio Centrale per i Beni Archivistici Saggi n.48 – 1998.
  55. “Vetri e Vetrai a Napoli dagli statuti delle arti alle leggi del libero mercato” in “Il Vetro in Italia meridionale e insulare”. Atti del Primo Convegno Multidisciplinare Napoli 5 – 7 marzo 1998       
  56. “L’Amministrazione delle comunità locali nel regno di Napoli: cenni di storia istituzionale” in “Gli archivi storici comunali. Lezioni di archivistica” Soprintendenza archivistica per il Lazio – Rivista Storica del Lazio anno VI n.8 Roma 1998.
  57. Catalogo della Mostra “Vent’anni dopo. Terra, industria, cultura degli anni ’70 a Napoli. Attraverso le immagini di fotografi e reporter.”
  58. Il Ritorno di W. Hamilton in “ The Hamilton Papers” – Napoli 1999
  59. Presentazione Catalogo della Mostra “ 2 piovoso – 25 pratile 1799” – Napoli 1999.
  60. “Bartolommeo Capasso, Archivista” in “La Terra delle Sirene – Rivista del Centro Studi e Ricerche “B.Capasso” n.18 Sorrento 1999 pp.9-15
  61. Premessa alla guida alla mostra “Per una storia non scritta: il 1799 nel Vallo di Diano” Padula 30.10.1999.
  62. Prefazione in “1999 – 1799” – Catalogo della Mostra pittorica di Stefania Raimondi. Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, 1999
  63. Relazioni e presentazioni: “Giovanni Amendola una vita per la Democrazia” Catalogo  della mostra Napoli 14.10.1996 – Atti del Convegno  Napoli 1999.
  64. Prefazione “giornate di incontro, studi e formazione sugli Archivi delle aziende Sanitarie ed Ospedaliere italiane” Salerno ASL 2, 16-17 dicembre 1999.
  65. Prefazione alla guida alla mostra “1799 il sogno di una patria europea: politica e costume” Napoli Palazzo Reale 13.3./15.4. 2000.
  66. L’archivio e le banche: ricerca, tutela, gestione atti delle giornate di studio Napoli 11 – 12 maggio 2000
  67. Introduzione “Omaggio alla Repubblica Napoletana del 1799 -fonti e ricerche” Luciano Editore  Napoli 2000.
  68. Contributo “Il Grande Giubileo del 2000” in “Giubileo 2000 tradizioni, immagini e percorsi napoletani”. Mostra Documentaria, Bibliografica ed Iconografica. Luciano Editore Napoli Chiesa di San Severo al Pendino 29 aprile – 25 giugno 2000
  69. Introduzione al Catalogo della Mostra Itinerante su pannelli “Liberaci dal male – Giubilei, Pellegrinaggi, Santi ed Itinerari devozionali in Campania“ Luciano Editore Napoli  2000
  70. “Una inedita cronaca dell’arrivo dei francesi a Napoli: l’Almanacco dell’anno VIII” in “Omaggio alla Repubblica” citato.
  71. “Il libro delle Rivele del Cavalier Giuseppe Valletta” in “Omaggio alla Repubblica” citato.
  72. “Banche e banchieri a Napoli 1860-1986” in “Studi in memoria di Jole Mazzoleni” citato
  73. Introduzione al Convegno “Medicina e Ospedali Memorie e futuro. Aspetti e problemi degli archivi sanitari” Napoli 20-21 dicembre 1996. Direzione Generale per gli Archivi. Roma Saggi n.69-2001.
  74. “San Gennaro e Napoli. Note dall’Archivio della Deputazione della Real Cappella del Tesoro” Napoli 8 giugno  2000 in ”L’Archivio del Miracolo” Napoli 2001
  75. Presentazione per l’ “Inventario dell’Archivio Vera Lombardi” stampato dall’Istituto Campano per la storia della Resistenza
  76. “Capasso e l’Archivio Municipale di Napoli” in “Atti del Convegno Internazionale” B.Capasso nel Centenario della morte Erudizione e storia nella Napoli di fine ottocento Napoli Sorrento 14 – 15 marzo 2001
  77. Prefazione al Catalogo “Giubileo 2000 Memorie di Pietra e di Carte. Pellegrinaggi e luoghi di devozione in Campania” Padula dicembre 2000 – marzo 2001
  78. “L’Archivio Storico e la vita culturale” in “Dieci anni dell’Istituto Banco di Napoli – Fondazione 1991-2001” Napoli Fausto Fiorentino editore 2001
  79. “Storie di vite, storie di libri nel ‘700 napoletano” in “Libri e cultura a Napoli: Personaggi, Tradizioni e Realtà locali” progetto POR FESR Regione Campania “La Cultura come risorsa” Napoli, Luciano Editore, 2015
  80. “1943 – 2013 Napoli: Settant’anni di archivi bombardati, incendiati e distrutti2 in “Meridione, Sud e Nord nel Mondo – Leggere il tempo negli spazi – Il 1943 a Napoli, in Campania e nel Mezzogiorno”. Aprile – Settembre 2015 N.2-3  Edizioni Scientifiche Italiane pagg.320 – 337 
  81. La Descrizioneistorica di Montecassino del 1775 in “Sodalitas” – “Studi in memoria di Don Faustino Avagliano” Tomo secondo pagg.949 – 957 – Montecassino 2016
  82. Prefazione in “Il culto delle anime pezzentelle a Purgatorio ad Arco nel secondo dopoguerra” di Rocco Civitelli – Iris Fontanelle – Libreria Dante & Descarte, Napoli 2016
  83. Prefazione in “L’intervento di Massimo Stanzione in Santa Maria del Purgatorio ad Arco” di Diodato Colonnesi – Luciano Editore. Napoli 2016.

 

 

HomeSociAdunanze