Home 
Accademia 
Sede 
Cenni storici 
Archivio 
Commemorazioni 
Soci 
Adunanze 
Note scientifiche 
Conferenze 
Annuario 
Pubblicazioni 
Ricostruzione angioina 
Galleria 
Contatti 
Altre Accademie 














//home / Soci /
 
 

Curriculum socio


- Sabia Monti Liliana -


Professore Ordinario a tempo pieno - Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/08 (Letteratura Latina Medievale e Umanistica) -.

Dal 1975-76 la Prof.ssa Liliana Monti Sabia ricopre in qualità di Professore Ordinario lacattedra di Filologia Medioevale e Umanistica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, avendo vinto il relativo concorso bandito nel 1974 (gruppo 54), dopo aver tenuto, in qualità di Professore Incaricato. negli anni dal 1972 al 1975 l’insegnamento della medesima disciplina, sempre nell’Università di Napoli.

FILONI DI RICERCA

Sin dall’inizio dei suoi studi umanistici la Prof.ssa Monti Sabia lavora a restaurare il testo autentico delle opere pontaniane, variamente adulterato dall’editore primo, Pietro Summonte. Principale filone personale di ricerca è dunque l’indagine sulla tradizione manoscritta e a stampa delle opere del Pontano, il reperimento di codici poco noti, lo studio dei testimoni raccolti, il lavoro preparatorio destinato a sfociare nelle edizioni critiche delle opere pontaniane, che via via va realizzando. A questo filone, tra le cose più recenti, fa capo anche l’indagine svolta su due codici di Livio appartenenti alla Biblioteca Nazionale di Napoli, l’ex Vind. Lat. 33 ed il IV C 20, che ha dimostrato essere stati posseduti e postillati dal Pontano (L. Monti Sabia, La mano di Giovanni Pontano in due Livii della Biblioteca Nazionale di Napoli (mss. ex Vind. Lat. 33 e IV C 20), “Italia Medioevale e Umanistica”, 39 (1996) [ma 1999], pp. 171-208).

Un secondo, importante filone di ricerca riguarda le opere rimaste inedite dell’umanista napoletano Tristano Caracciolo, di cui, raccolti tutti i testimoni reperibili, sta preparando l’edizione critica. Questa ricerca è anche oggetto di seminari, cui partecipano il prof. G. Germano, i dott. A. Iacono, M. Rinaldi, R. Rinaldi, nonché gli studenti frequentanti il suo corso. Risultati concreti già raggiunti sono l’edizione critica della Ioannis Ioviani Pontani vitae brevis pars per Tristanum Caracciolum descripta, edita in L. Monti Sabia, Un profilo moderno e due Vitae antiche di Giovanni Pontano, «Quaderni dell’Accademia Pontaniana», 25, Napoli 1998; nonché quelle di prossima pubblicazione della Vitae auctoris actae notitia,della Disceptatio quaedam priscorum cum iunioribus de moribus suorum temporum, mentre stanno per raggiungere lo stadio finale l’Opusculum ad Marchionem Atellae e il De concordia et ineundo coniugio: opere, queste, tutte di particolare importanza per la conoscenza della società e della cultura napoletana tra Quattro e Cinquecento.

Altri filoni di ricerca vertono su opere per lo più inedite di umanisti meridionali come G. B. Cantalicio, di cui la prof. Monti Sabia ha già realizzato l’edizione critica delle Eclogae, assai interessanti per la storia napoletana tra la fine del dominio aragonese e l’avvento del vicereame spagnolo, e il dott. Germano quella degli Spectacula Lucretiana, descrizione fedele, ancorché encomiastica, delle feste svoltesi a Roma per le nozze tra Lucrezia Borgia ed Alfonso d’Este, pubblicati insieme nell’Edizione Nazionale dei Testi Umanistici (Messina 1996). Di Elisio Calenzio, precettore di Federico d’Aragona, la prof. Monti Sabia ha preparato l’edizione critica del Croacus, piccola “Batracomiomachia” rinascimentale, e dell’inedito epistolario Ad Hiaracum, documento originale della personalità dell’autore sullo sfondo della mentalità e dei costumi di un’epoca. Altri studi ha dedicato alla Naumachia regia di Ciriaco d’Ancona, edizione critica con introduzione, traduzione e commento pubblicata dagli Istituti Editoriali Poligrafici Internazionali nel 2000, alle Piscatorie di Jacopo Sannazaro, ora pronte per la stampa, alle Elegie di Pomponio Gaurico.

La Prof.ssa Liliana Monti Sabia è socio ordinario dell’Accademia Pontaniana, nella quale fa parte della Giunta; è socio ordinario dell’Accademia di Archeologia, Scienze, Lettere e Belle Arti di Napoli; è socio ordinario dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento Meridionale, nel quale fa parte del Consiglio Direttivo; è socio ordinario della Renaissance Society of America.

ELENCO DELLE PUBBLICAZIONI

1) G. G. PONTANO, Carmi Scelti. Testo latino, traduzioni e note a cura di L. Monti Sabia, in "La letteratura italiana. Storia e Testi", vol. 15. Poeti latini del Quattrocento, Milano-Napoli 1964, pp. 305-783.

2) L. MONTI SABIA, Un ritrovato epigramma del Pontano e l'editio princeps del De Fortitudine-De Principe, in "Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Napoli", vol. X (1962/63), pp. 253-46.

3) L. MONTI SABIA, L'Humanitas di Elisio Calenzio alla luce del suo epistolario, nei predetti "Annali", vol. XI (1964/68), pp. 175-251.

4) L. MONTI SABIA, Un’ignota biografia cinquecentesca di G. Pontano, nei predetti "Annali", vol. XI (1964/68), pp. 253-64.

5) L. MONTI SABIA, Esegesi, critica e storia del testo dei Carmina del Pontano (A proposito di Parth. I 3 e II 12), nei predetti "Annali", vol. XII (1969/70), pp. 219-51.

6) L. MONTI SABIA, Una schermaglia editoriale tra Napoli e Venezia agli albori del secolo XVI, in "Vichiana" VI (1969), pp. 319ss

7) L. MONTI SABIA, Esegesi e preistoria del testo nella Coryle del Pontano, in "Rendiconti dell'Accademia di Archeologia, Lettere e Belle Arti di Napoli" vol. XLV, Napoli 1970, pp. 159-204.

8) I. I. PONTANI De Immanitate liber edidit, Italice vertit, commentariolo instruxit Liliana Monti Sabia, Napoli, 1970, pp. XLV-145.

9) L. MONTI SABIA, Un autografo ignoto di G. Pontano (Contributo alla storia del testo dei Tumuli), nei predetti "Rendiconti" vol. XLV, Napoli 1970, pp. 11-32.

10) L. MONTI SABIA, recensioni di Quinque claves sapientiae: Incerti Auctoris Rudium doctrina, Bonvicini de Ripa Vita Scolastica, rec. A. Vidmanova-Schmidtovà, Leipzig 1969", nonchè di B. Hassensteinii a Lobkowitz Epistulae, edd. J. Martinek et D. Martinkova, tom. I Epistulae de re p. scriptae, Leipzig 1969". Estratto da "Bollettino di Studi Latini" II (1972), pp. 338-47.

11) L. MONTI SABIA, La Lyra di Giovanni Pontano edita secondo l'autografo codice Reginense Latino 1527, nei predetti "Rendiconti" vol. XLVII, Napoli 1972, pp. 1-70.

12) I. I. PONTANI Eclogae. Testo critico, commento e traduzione a cura di Liliana Monti Sabia, Napoli 1973, pp. 1-152 + 1-71.

13) L. MONTI SABIA, Araxes, Araxis, Araxus: un piccolo rompicapo pontaniano, in "Aevum" XLVIII (1974), fasc. III-IV.

14) I. I. PONTANI De Tumulis, edidit L. Monti Sabia, Napoli 1974.

15) L. MONTI SABIA, Il testamento dell'Umanista Elisio Calenzio, in "Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Napoli" XVI n.s. IV (1973-74) pp. 103-120.

16) L. MONTI SABIA, Pietro Summonte e l'Editio princeps delle opere del Pontano, in "L'Umanesimo Umbro", Perugia 1978, pp. 451-473.

17) I. I. PONTANI Hendecasylaborum libri edidit L. Monti Sabia, Napoli 1978.

18) L. MONTI SABIA, La Naumachia regia di Ciriaco d'Ancona, in "Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Napoli", XX (1978).

19) L. MONTI SABIA, L'estremo autografo di Giovanni Pontano,in "Italia Medioevale e Umanistica" XXIII (1980).

20) L.MONTI SABIA, La Ioannis Pontani vitae brevis pars di Tristano Caracciolo, in "Annali della Fac. di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Napoli" XII, 1981-81, pp. 243-279.

21) L. MONTI SABIA, Trasfigurazione di Virgilio nella poesia del Pontano, in "Atti del Convegno Virgiliano di Brindisi nel Bimillenario della morte", Perugia 1983, pp. 47-63.

22) L. MONTI SABIA, Due lettere del Pontano a Iacopo Antiquari, in "Atti dell'Accademia Pontaniana", XXXI, 1983, pp. 13-19.

23) L. MONTI SABIA, Storia di un fallimento poetico: il Fragmentum di una Piscatoria di I. Sannazaro, in "Vichiana", voll. in onore di F. Arnaldi, Napoli 1983, pp. 257-81.

24) L. MONTI SABIA, Per l'edizione critica del De Prudentia di G. Pontano, in "Tradizione Classica e Letteratura Umanistica", Studi in onore di A. Perosa, Roma 1986, pp. 595-615.

25) L. MONTI SABIA, Una lettera inedita di G. Pontano ad Eleonora d'Este, in "Italia Medievale e Umanistica" XXIX (1986), pp. 165-182.

26) L. MONTI SABIA, Manipolazioni onomastiche del Summonte in testi pontaniani, in "Studi in onore di M. Santoro, in "Rinascimento Meridionale e altri Studi", 1987.

27) L. MONTI SABIA, La mano di Pietro Summonte nelle edizioni postume di Giovanni Pontano, in "Atti dell'Accademia Pontaniana", n.s. XXXIV, 1986, pp. 191-204.

28) L. MONTI SABIA, Due ignoti apografi napoletani dell'Ars Palaemonis scoperti dal Pontano, in "Filologia e forme letterarie. Studi sull'antichità e la sua fortuna offerti a Francesco della Corte", Urbino 1987.

29) L. MONTI SABIA, Per l'edizione critica del De laudibus divinis di Giovanni Pontano, in "Invigilata lucernis", XI 1989 (ma pubblicato alla fine del 1990), pp. 361-409.

30) L. MONTI SABIA, Il Pontano e Paolo Cortesi, in pubblicazione negli "Atti del Convegno di Studi su "Paolo Cortesi e la cultura umanistica del suo tempo", San Gimignano 3-15 giugno 1991.

31) L. MONTI SABIA, L'autografo del De bello Neapolitano di Giovanni Pontano e la cronologia di composizione dell'opera, in "Atti dell'Accademia Pontaniana" XLI, 1992 pp. 165-82.

32) L. MONTI SABIA, Giovanni Pontano tra prassi e teoria storiografica: il De bello Neapolitano e l'Actius, in "La storiografia umanistica", Messina 1992, pp. 573-651.

33) L. MONTI SABIA, Echi di scoperte geografiche in opere di Giovanni Pontano, in "Columbeis V", Genova 1993, pp. 283-293.

34) L. MONTI SABIA, Omero e Virgilio nel Croacus di Elisio Calenzio, in "Storia poesia e pensiero nel mondo antico", Napoli 1994, pp. 495-520.

35) L. MONTI SABIA, Un ignoto codice del Charon di Giovanni Pontano, in "Studi latini in memoria di Rita Cappelletto", Urbino 1995, pp. 285-309.

36) L. MONTI SABIA, Pontano e la storia. Dal De bello Neapolitano all'Actius, Roma, Bulzoni, 1995. (Contiene un'antologia del De bello Neapolitano).

37) G. CANTALICII Eclogae, testo critico, introduzione e commento a cura di L. Monti Sabia, Messina 1996 (Edizione Nazionale di Testi Umanistici - 1).

38) L. MONTI SABIA, Tra realtà e poesia: per una nuova cronologia di alcuni carmi del De amore coniugali di Giovanni Pontano (I, 5-8), in Classicità, Medioevo e Umanesimo. Studi in onore di S. Monti, Napoli 1996, pp. 351-370.

39) L. MONTI SABIA, L’inaugurazione della statua del Pontano a Cerreto di Spoleto (5 maggio 1996), in “Atti della Accademia Pontaniana”, n. s., XLV, 1996, pp. 389-391.

40) L. MONTI SABIA, Altri codici della Naumachia regia di Ciriaco d'Ancona, in Ciriaco d'Ancona e la cultura antiquaria dell'Umanesimo, Atti del Convegno internazionale di Studio, Ancona 6-9 febbraio 1992, a cura di G. Paci e S. Sconocchia, Ancona, 1997, pp. 235-51.

41) L. MONTI SABIA, Un nuovo codice pontaniano: il Vat. Lat. 14675, in Filologia Umanistica. Per Gianvito Resta, Padova, 1997, II, 1339-1358.

42) L. MONTI SABIA, Il Bellum Sertoriacum di Giovanni Pontano, in Synodia. Studia humanitatis Antonio Garzya septuagenario ab amicis atque discipulis dicata, Napoli, 1997, pp. 707-26.

43) L. MONTI SABIA, Per la data di morte di Giovanni Pontano, in Filosofia e Storia della Cultura. Studi in onore di F. Tessitore, Napoli 1997, pp. 435-42.

44) L. MONTI SABIA, Un profilo moderno e due Vitae antiche di Giovanni Pontano, “Quaderni dell’Accademia Pontaniana”, n. 25, Napoli 1998.

45) L. MONTI SABIA, Vicende belliche e sentimenti nel De amore coniugali di Giovanni Pontano, in “Rendiconti dell’Accademia di Archeologia, Lettere e Belle Arti”, LXVII (1997-98), pp. 437-54.

46) L. MONTI SABIA, Alfonso il Magnanimo nel ricordo di G. Pontano, in “Atti dell’Accademia Pontaniana”, XLVII (1998), pp. 1-23.

47) L. MONTI SABIA, Un canzoniere per una moglie: realtà e poesia nel De amore coniugali di Giovanni Pontano, in La poesia umanistica latina in distici elegiaci. Atti del Convegno Internazionale, Assisi, 15-17 maggio 1998, Assisi, Accademia Properziana del Subasio, 1999, pp. 23-65.

48) L. MONTI SABIA, Dalla bucolica alla piscatoria: per la storia della Piscatoria V di Iacopo Sannazaro, in “Munera parva”. Studi in onore di Boris Ulianich, Napoli 1999, pp. 33-63.

49) L. MONTI SABIA, La mano di Giovanni Pontano in due Livii della Biblioteca Nazionale di Napoli (mss. ex Vind. Lat. 33 e IV C 20), “Italia Medioevale e Umanistica”, 39 (1996) [ma 1999], pp. 171-208.

50) L. MONTI SABIA, Un’amicizia fantomatica: Giovanni Pontano e Paolo Cortesi, “Atti dell’Accademia Pontaniana”, n. s. vol. XLIL (2000), Napoli, 2001, pp. 57-66.

51) Kyriaci Anconitani Naumachia Regia, a cura di L. Monti Sabia, Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento meridionale, Roma, Istituti editoriali Internazionali e Poligrafici, 2001.

52) L. MONTI SABIA, Tre momenti della poesia elegiaca di Giovanni Pontano,attualmente in corso di stampa nei relativi Atti del Convegno Internazionale del Centro di studi sul Classicismo di San Gimignano su La poesia elegiaca latina (maggio 2000).

53) L. MONTI SABIA, S. Francesco nelle opere di Giovanni Pontano, in Studi in memoria di Cataldo Roccaro, «Pan», 18-19, 2001, pp. 409-420.